Dal Consiglio Comunale

Martedì 11 luglio 2017 si è riunito, in seduta straordinaria, il consiglio comunale di Rocchetta.

L’o.d.g. riguardava:
Approvazione bozza di convenzione per la gestione in forma associata del servizio di nettezza urbana – Ambito ventimigliese.

Da quello che siamo riusciti a sentire (con la finestra aperta sulla piazza era praticamente impossibile sentire quanto veniva detto) e da quello che siamo riusciti a capire di quanto detto, si doveva approvare una bozza di convenzione tra 18 comuni del territorio, con a capofila Ventimiglia sede dell’ufficio unico di riferimento per i 18 comuni, con il compito di organizzare la raccolta dei rifiuti.

Probabilmente un bel progetto, anche perché la legge ora impone dove possibile la consociazione.

Come cittadini di Rocchetta abbiamo qualche domanda da porre:


– i cittadini di Rocchetta pagheranno di meno o di più il servizio?
– come verrá
calcolato l’importo da pagare? Solo sui metri quadrati della casa come ora oppure anche in base al numero di persone che ci abitano?
– l’importo della fideiussione che ogni comune è tenuto a contrarre con la banca (con relative spese), sarà lo stesso per ogni comune o verrà differenziato in base al numero di abitanti?
– se il comune non ottempera ai suoi doveri pagando regolarmente all’ufficio di Ventimiglia quanto dovuto, chi pagherà la penale attraverso la fideiussione? Sempre i cittadini di Rocchetta?
– dove viene conferita ora la spazzatura e quale sarà poi il sito di conferimento?
– su chi graveranno i costi della struttura che dovrà essere approntata per poter operare centralmente da Ventimiglia? Uffici, stipendi, consigli di amministrazione? Che tipo di struttura è prevista?

È stata poi presentata un’interpellanza, da parte della minoranza, circa le dichiarazioni fatte nell’ormai famoso post di un consigliere, post in cui si denigravano i membri del comitato ‘Percheggio?’.

La consigliera Rosso non si è tanto attardata su queste dichiarazioni, ritenendole sicuramente inopportune, perchè fatte da un rappresentante istituzionale, e risolvibili con delle semplici scuse (che ad oggi non sono ancora arrivate), ha portato piuttosto l’attenzione sulla gravità delle affermazioni della vicesindaca nel suo successivo post.

A quanto pare non siamo solo noi del blog ad aver valutato queste affermazioni molto gravi!

È stato spiacevole constatare che non sia stato permesso un confronto democratico su questo argomento ed è stato penoso il battibecco tra la consigliera Rosso, che a tutto diritto chiedeva la discussione, e la vicesindaca che con la sua solita protervia ha cercato di zittire l’interlocutrice con atteggiamenti che hanno evidenziato un notevole suo nervosismo.

Prendiamo atto dell’incapacità di questa amministrazione di accettare il confronto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.