Rocchetta Nervina
Rocchetta Nervina © Francesco Radino
Rocchetta Nervina

Incontro con il sindaco

Ci stiamo occupando della realtà e del territorio di Rocchetta Nervina ormai da parecchi mesi, mossi dalla necessità, come cittadini, di capire quali siano gli orientamenti della pubblica amministrazione.

Per questo motivo martedì  4 luglio una rappresentanza della redazione ha avuto un incontro con il sindaco Marco Rondelli.

Sono stati affrontati numerosi argomenti e sono state poste molte domande a cui sono state fornite, in un clima sereno e aperto al confronto,  risposte che, se da una parte erano volte a rassicurare che il comune sta lavorando per risolvere i problemi dei cittadini, dall’altra sono risultate in alcuni casi piuttosto vaghe.

Ecco in sintesi quanto è emerso in relazione a:

RACCOLTA DIFFERENZIATA

La tassa sulla raccolta differenziata è diminuita ma il conteggio verrà d’ora in poi calcolato sulla base dei metri quadrati che risultano a catasto e non in base a quelli dichiarati in precedenza. Pertanto qualcuno potrebbe vedersi aumentare la bolletta. Dato che il comune sta aggiornando tutti i dati in suo possesso è possibile che ci possa essere qualche errore per cui i cittadini interessati possono rivolgersi in comune per un controllo dei conteggi.

Peccato che, per chi voglia fare delle verifiche, i responsabili del comune non ci saranno per il mese di luglio e agosto: ma il sindaco assicura che gli stessi riprenderanno il proprio incarico a partire da settembre.

IMPIEGATA COMUNALE

Franca, a cui vanno gli auguri di tutta la redazione e un grazie per il lavoro svolto, ha terminato il suo contratto con il comune.

L’amministrazione sta predisponendo il bando di concorso per sostituirla e lo comunicherà non appena pronto.

Quasi 5 mesi di preavviso non sono stati sufficienti a risolvere il bando in tempo utile?

SICUREZZA

Dopo i tragici fatti avvenuti recentemente a Torino le norme sulla sicurezza in relazione alle manifestazioni che vedono radunarsi molte persone si sono fatte più restrittive.

Abbiamo chiesto al sindaco come il comune intenda gestire la sicurezza del paese in concomitanza di eventi quali le fiabe, dato che in quei giorni l’afflusso di visitatori risulta notevole.

Ci è stato assicurato che l’amministrazione sta predisponendo il piano della sicurezza come richiesto dalla questura e che tutto sarà fatto al meglio. Non è stato invece possibile conoscere il nome del responsabile della sicurezza.

L’incarico di responsabile della sicurezza non era stato affidato all’ing. Lorenzo Basso?

SENTIERI

Abbiamo fatto presente al sindaco che non c’è più il cartello che vieta l’accesso al sentiero che porta a Cin, tanto che molti escursionisti lo percorrono tranquillamente, e gli abbiamo chiesto se il divieto fosse stato revocato e il sentiero sistemato.

Ci ha risposto che il cartello verrà ripristinato al più presto perché il sentiero non è stato messo in sicurezza come richiede la normativa. Ci ha informato che su sua richiesta è stato fatto un sopralluogo da parte di un geologo che ha dichiarato che la frana si è assestata e che il grado di pericolosità di quel sentiero è pari a quello di tutti i sentieri della nostra zona.

Alla richiesta di informazioni sullo stato di tutti gli altri sentieri che partono da Rocchetta il sindaco ha dichiarato che sono tutti tranquillamente percorribili, alcuni sono in buono stato altri meno ma non ci sono problemi che impediscano il transito.

Visto l’importante turismo escursionistico, che potrebbe essere una vera risorsa per il paese, non sarebbe utile avere dei sentieri puliti e piacevoli da  percorrere  anche senza essere armati di machete e roncola come avviene ora?

Abbiamo anche affrontato lo spinoso tema dello scuolabus, argomento che recentemente ha creato tensioni tra genitori e amministrazione e abbiamo discusso sulla situazione delle fasce di terra appena acquistate dal comune. Questi due argomenti meritano una trattazione a parte e saranno oggetto di un nuovo articolo.

Abbiamo chiesto infine di poter avere, come cittadini di Rocchetta, la possibilità di conoscere, prima che vengano approvati, i progetti che riguardano lo sviluppo del paese, in modo da poter interloquire con l’amministrazione e poter proporre modifiche o integrazioni. Il sindaco ci ha dato la sua piena disponibilità ad aprire un dialogo con la popolazione anche attraverso la convocazione di assemblee pubbliche in cui ci si possa confrontare democraticamente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.