Rocchetta N. – Saorge

Durata: 8h:41m 50s
Lunghezza totale: 25.531 km
Salita: 1898 m
Discesa: 1628 m
Dislivello: 273 m
Altitudine minima: 246 m
Altitudine massima: 1240
Velocità media: 2.9 km/h

Si parte dal quartiere CA’SUVRANE, via Santa Lucia di Rocchetta Nervina: siamo sulla parte alta del paese, lungo il RIO OGGIA.

Procedendo lungo l’antica mulattiera si incontrano: la chiesetta campestre di Santa Lucia e il ponte di Santa Lucia in località FONTANAVIVA.

Si attraversa il piccolo ponte sul RIO CASTAGNA e si procede salendo sulla mulattiera molto ripida di ROCCAGLIE. Qui si incontrano due edicole: Sant’Orsola e San Vincenzo.

Dopo l’ultima edicola il sentiero scende, attraversando una piccola boscaglia si oltrepassa il ruscello.

Risalendo il pendio passiamo per VALUN D’OGGIA e incrociamo la strada sterrata. 

Proseguendo verso destra troviamo sulla 

nostra sinistra l’inizio della mulattiera di BAUSETO.

Si arriva all’altezza della seconda strada sterrata che porta in OGGIA. Dopo 200 metri si raggiunge sulla sinistra il bivio per il sentiero COE. La mulattiera attraversa la località COE, fino a un secondo bivio: scendere sul sentiero verso il M.TE TERCA.

Il percorso sale di circa 300 metri fino al PASSO DELLA CROCE: potete ammirare una vista panoramica a 360° su tutte le valli circostanti.

Da qui si prosegue per tutta la cresta del m TERCA, m COMUNE e m ALTO , prima su un sentiero poi su una vecchia strada militare.

La strada prosegue dritta fino a congiungersi con la provinciale sp 68 in direzione di GOUTA.

Dopo cento metri, dall’imbocco della provinciale, si arriva al rifugio di GOUTA (aperto tutti i giorni tranne il lunedì).

Dal rifugio prendere la sterrata diretta a PASSO MURATONE .

Si passa il passo e lungo una strada carrozzabile, si arriva nel bacino idrografico del torrente BENDOLA. 

Proseguire su questa finché non si arriva all’edicola della MADONNINA; da qui parte il sentiero, indicato da un segnale dell’alta via in direzione di SAORGE.

Questo storicamente rappresentava l’unica via di passaggio per la VAL ROYA, dato che la statale che noi oggi percorriamo per salire in Piemonte allora non esisteva  (circa 1600 d.C).

Il sentiero scende zigzagando per il versante di circa 400m, dove attraversa un piccolo rigagnolo.

Da qui prosegue in piano, attraversando un primo ponte, una galleria e un secondo ponte denominato “PONT DU CASTOU”, per poi arrivare a una strada sterrata.

Seguire la strada che vi condurrà in circa 50 min a SAORGE.

Per chi dovesse ritornare a Rocchetta in giornata vi informiamo che:

  • A 1 km da SAORGE si trova la stazione ferroviaria della linea CUNEO VENTIMIGLIA con fermata FONTAN-SAORGE. 
  • I treni in direzione VENTIMIGLIA sono 2: uno al mattino e un altro il pomeriggio alle 16.26 arrivando al capolinea alle 17:20. 
  • Da qui si può prendere la corriera per ROCCHETTA.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.